10 Febbraio

Le candele per noi accese
si stanno spegnendo ad una ad una.
La notte giunge ormai,
nè ci sarà l'alba.
Un giorno forse si racconterà di un popolo
che per vivere libero
andò a morir lontano.
Lontano dal proprio mare
e da una terra rossa
che vista dall'alto
sembra un cuore insanguinato.

Esule anonimo

VOTA IL TUO FAVELA' 2012

L'obiettivo primario del Premio Letterario Favelà è sempre stato quello di preservare l'antica parlata arcaica dignanese, il Favelà appunto, attraverso la produzione scritta di poesie, prose e traduzioni di testi letterari. Ma non basta solo preservarlo, occorre anche divulgarlo, farlo conoscere a chi non lo sa, aiutare a rispolverare la memoria di chi lo ha sentito parlare, magari poco, e stimolare invece chi lo sa a continuare ad usarlo.

Molti di voi ci hanno chiesto di poter leggere tutti i lavori pervenuti, così abbiamo pensato di assecondare le vostre richieste e di coinvolgere tutti nel nostro intento di SALVAGUARDIA: leggete tutti i lavori che hanno partecipato all'edizione 2012 ed esprimete il vostro giudizio:

VOTATE IL VOSTRO VINCITORE!

Partecipate numerosi a questa iniziativa: sarà il vostro contributo per continuare a far vivere il favelà.

Luigi Donorà

PER LEGGERE LE OPERE CLICCA QUI

 

TRADIZIONI DIGNANESI

Oggi 9 agosto alle 9 di sera c'è stata  la presentazione del libro "COSTUMI E TRADIZIONI DIGNANESI" di Anita Forlani, ed una mostra fotografica di Matteo e Licio Debegliuh in via Forno Grande - Galleria Loggia, Dignano.

Abbiamo fatto molte foto ricordo, perché con una 'maestra Anita' come la nostra non dobbiamo perdere l'attimo! C'e l'avessero gli altri vicini! Ma lei è quì, aproffitiamone!

Giuliana Biasiol

Dialetti Istriani

Il filmato illustra lungo un percorso che va da nord a sud della Penisola Istriana la storia dei dialetti, illustrati con interviste sul campo ad abitanti del luogo e immagini veramente belle.

http://tvslo.si/predvajaj/viaggio-istriano/ava2.137311951/

 

 

 

Notiziario Marzo 93

Il 1993 sarà ricordato da tutti i dignanesi di Dignano, e da quelli sparsi nel mondo, come l'anno della ricostituzione comunale. Un plauso alla nostra gente, che oggi rappresenta la minoranza etnica italiana nel nostro paese, che con tenacia ha saputo conservare intatta, a distanza di anni la nostra lingua, il nostro dialetto, la tradizione della nostra cultura, "valori" - come ha detto il Presidente Lidia Delton, della Comunità italiana( in un suo discorso) - "che noi conserviamo e sviluppiamo anche per quanti sono stati portati lontani dagli eventi terribili della storia" . "E siamo arrivati così al 1993 che riporta Dignano ( dopo 41 anni ) a livello di Comune" .